RINOPLASTICA

CON IL TERMINE DI RINOPLASTICA   SI DEFINISCE L’ INTERVENTO CHIRURGICO  DI  CORREZIONE DEGLI INESTETISMI DEL NASO    .

LA MAGGIOR PERCENTUALE DI RICHIESTE DI CORREZIONE DELL’ASPETTO DEL NASO E’ RAPPRESENTATA DALLE RINOMEGALIE( NASO DI DIMENSIONI IMPORTANTI CON PRESENZA DI UNA “GOBBA “) PIU’ O MENO ASSOCIATE AD UNA DEVIAZIONE LATERALE DELLA PIRAMIDE NASALE ED A UN’INESTETISMO DELLA PUNTA.

LA CORREZIONE CHIRURGICA DELLA RINOMEGALIA PREVEDE L’EFFETTUAZIONE DI INCISIONI MUCOSE , ALL’INTERNO DEL NASO ATTRAVERSO LE QUALI SI EFFETTUANO INCISIONI OSSE E CARTILAGINEE CHE CONSENTONO IL MODELLAMENTO  DELLA PIRAMIDE NASALE .


NEL CASO IN CUI ALLA RINOMEGALIA SI ASSOCI UNA DEVIAZIONE DELLA CARTILAGINE DEL SETTO , SI PROCEDE AL CONTESTUALE MODELLAMENTO DELLA STESSA PER OTTENERE LA CORREZIONE DELLA DEVIAZIONE .

LE CORREZIONI DI VOLUME DELLA PUNTA DEL NASO VENGONO EFFETTUATE MEDIANTE INCISIONI ENDONASALI E PREVEDONO LA RIMOZIONE CHIRURGICA DI PICCOLI SEGMENTI CARTILAGINEI .

L’INTERVENTO RICHIEDE UN’ANESTESIA GENERALE ED UN RICOVERO DI 24 ORE.

NEL PERIODO PRE E POST OPERATORIO E’ INDICATA LA SOMMINISTRAZIONE DI UNA TERAPIA ANTIBIOTICA INTRAMUSCOLARE.

AD INTERVENTO ULTIMATO PER PROTEGGERE IL NASO E GUIDARE LA GUARIGIONE VIENE APPLICATO UN PICCOLO GESSO CHE PUO’ ESSSERE RIMOSSO IN DECIMA GIORNATA . E’ INOLTRE PREVISTA L’APPLICAZIONE DI TAMPONI NASALI SPUGNOSI CHE VENGONO RIMOSSI IN TERZA GIORNATA POST-OPERATORIA.

E’ OPPORTUNO PREVEDERE 5 GIORNI DI ASTENSIONE LAVORATIVA  .

Share by: